VENIAMO IN PACE

ripubblico

Nell’anno 1560 dalla colonizzazione di Kute, in occasione del consiglio universale telepatico, viene da più parti messa in dubbio l’efficacia del programma “Gioia Infinita e Permanente”. Tutti convengono sulla bontà dei propositi che hanno portato i padri fondatori a varare questo insieme di norme ed è indiscutibile che, pur con alti e bassi, felicità e benessere siano stati garantiti al pianeta per tanti anni. Appare però evidente come la popolazione dia ora segni di profonda e crescente inquietudine.

I diritti fondamentali riconosciuti ad ogni cittadino, vincere al lotto tutti i mesi e vivere in stato di perenne salute e innamoramento, dopo i tanti aumenti di dosaggio resi necessari per mantenere intatta la “Gioia Infinita e Permanente”, hanno ormai assuefatto gli animi in modo irreparabile. A quindici secoli dalla fondazione della colonia, si torna a parlare di religione ed esigenze spirituali. E questo anche se ogni testimonianza scritta degli antichi credi è stata distrutta all’epoca del varo del Programma.

Per correre ai ripari, il consiglio universale telepatico delibera una spedizione transtemporale per andare indietro a recuperare precetti, formule, rituali e tutto ciò che serve per colmare il vuoto che si è aperto nel cuore dei kutiani. I membri della spedizione partono carichi di prodotti tipici di Kute da donare agli antenati terrestri in cambio dei preziosi testi sacri.

Nonostante le migliaia di anni percorsi a ritroso, il viaggio è veloce e la spedizione riprende consistenza sulla terra all’interno di quello che l’esplicatore simultaneo definisce “probabile tempio”. Il congegno puntato su ogni oggetto aiuta i kutiani a interpretare l’ambiente circostante: “probabile albero”, “probabili luci votive”, “probabili doni”, “probabili testi sacri”. Non c’è traccia di terrestri. I testi sacri vengono raccolti e al loro posto, sotto l’albero dalle luci di tutti i colori, vengono lasciati i doni portati da Kute.

La spedizione si sposta in un’altra stanza: “probabile refettorio”, “probabile tavolo”, “probabili alimenti”, “probabile iscrizione sacra”. L’oggetto che riporta l’iscrizione viene preso e vicino vengono lasciati altri doni. Poi l’esplicatore segnala improvvisamente: “Presenza terrestre, presenza terrestre! Attenzione!”. I kutiani si voltano e rimangono paralizzati dalla sorpresa. Davanti a loro c’è un umano di piccola statura che impugna un oggetto curioso di forma allungata: “probabile bambino”, “probabile arma… attenzione!”

Vista la situazione di pericolo e dato che la raccolta di testi sacri sembra essere sufficiente, la spedizione chiede il rientro e, in breve, riprende consistenza su Kute. Nel frattempo il malessere sul pianeta è molto peggiorato e la gravità della situazione impone un intervento immediato. I testi sacri vengono messi subito sotto l’occhio dell’esplicatore e tutti i kutiani, tenendosi per mano, si accingono a ripetere insieme le formule dell’antico rituale. Presto la fede degli antenati scorrerà dentro di loro come un fiume di pace eterna. L’esplicatore inizia a tradurre il testo sacro, subito seguito dal coro dei kutiani:

“Caro Babbo Natale,

quest’anno vorrei tanto un trenino Lima con la locomotiva e almeno sette vagoni, mi piace molto quello che porta le macchine, ma se non c’è vanno bene quelli per le persone. Mi piacerebbe anche un cinturone con due pistole da cow boy, il fucile di Tex me l’hai portato l’anno scorso. Mi piacciono molto anche le macchinine, se me ne porti qualcuna sono contento.

Grazie”

… E’ poi la volta dell’iscrizione sacra:

“sottaceti, sottolio
prosciutto crudo,
cotto, salame, pancetta
cappelletti, grana,
formaggi vari
un tacchino, castagne
panettone, torrone
frutta secca, datteri
arance, mandarini

ricordati la bolletta del gas

Un bacio, se non ti vedo domattina”

~ di impollinaire su dicembre 10, 2009.

19 Risposte to “VENIAMO IN PACE”

  1. Bello, bravo… bello e bravo! Hai mai letto i racconti di Borges?

  2. E’ una vita difficile, felicità a momenti, e pure vincendo al gratta e vinci spesso non cambia nulla.

  3. Inquietante e bellissimo, imp.

  4. Novello Aldous Huxley, concludi con un pizzico di ironia in più.
    Sai che sto pensando di ripubblicare anch’io?
    Ciao Impo.

  5. Ma questo lo hai ripubblicato,non è vero?:)))
    Buon we:)
    Mk

  6. Pisovmi, grazie, ho borges sul comodino da anni, prima o poi lo affronto seriamente
    Zelda, grazie anche a te, pensa che io lo trovo rasserenante
    Enne, aldous huxley non lo conosco, devo rimpinguare i libri da mettere sul comodino, ma è uno scrittore? se ripubblichi avrai bisogno di una pausa di riflessione
    MK, ma non si legge il ripubblico sotto il filmato? protesterò con wordpress, io denuncio sempre le mie ripubblicazioni

    ciao buona domenica

  7. ORA si legge:)))
    Buona domenica a te:)
    Mk

  8. E’ da quando sono bambina che sogno di essere un passeggero del teletrasporto..
    Poveri kutiani, sono le mancanze che fanno apprezzare il tutto.

    Non ti ho mai chiesto se sei appassionato di fantascienza..
    Ciao e buona settimana
    Julia

  9. Il malessere sul pianeta è aumentato e anche noi facciamo un girotondo intorno alla nostra costituzione sperando che l’esplicatore realizzi il meglio per noi …..:-))

  10. Ma guarda che sei incontentabile!
    Felicità e benessere sono garantiti anche oggi, mica dobbiamo aspettare così tanti secoli.
    Comunque già adesso il trenino Lima sembra appartenere a un altro pianeta…
    Ciao a presto.

  11. Uno scrittore vissuto fra il 1894 e il 1963. Te lo consiglio.
    bacio.

  12. Ciao, Imp.

  13. MK arribuona domenica e buona settimana
    Julia, non sono appassionato di fantascienza, racconto solo storie vere
    Specchio, la costituzione? non si può pensare che rimanga per sempre sana e robusta, vedremo
    Paolo, lo vedi che mi sei diventato forzista… il trenino lima effettivamente è di un’altra epoca, ci vuole rai storia o il teletrasporto kutiano per tornare a quei tempi
    Enne, ho letto su wikipedia, sono un somaro, è piuttosto importante l’aldous, lo leggerò
    Zelda, ciao e sempre in gamba

    un abbraccio e buona settimana

  14. Ciao. Ti lascio un augurio di giorni sereni e di buone feste..
    Buon Natale Impo
    🙂
    Julia

  15. Buon Natale, Gigio de’ Gigis!

  16. un rapido passaggio per scusarmi della mia lunghissima assenza dalle tue parti.Ma mi rifarò 😉 in questi giorni
    Caro abbraccio,Clem

  17. Buon Natale, Impo.
    Non mangiare troppo panettone. 🙂

  18. Buon Natale, caro Imp…hai la scusa per giocare con il trenino, eh?

  19. Julia, ricambio di cuore, soprattutto un Buon Anno
    Tereza, grazie pasionaria, Buon Anno
    Clem, non ti preoccupare, siamo tutti un po’ assenti, Buon Anno
    Enne, non ne ho mangiato troppo, chissà perchè poi… Buon Anno
    Zelda, io non faccio altro che giocare con il trenino, Buon Anno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: